Tag : qualita

post image

In inverno, puntiamo sulle pompe di calore!

Quando si tratta di apportare migliorie alle abitazioni o ai propri edifici aziendali e commerciali, si vanno a ricercare i migliori prodotti, che permettano contemporaneamente un notevole risparmio, che siano pratici all’uso e che garantiscano un ridotto impatto ambientale. Nel caso della regolazione della temperatura indoor, in particolare per il riscaldamento nei mesi invernali, consigliamo le pompe di calore.

Cosa sono esattamente le pompe di calore?

Inizialmente, le pompe di calore vennero pensate e studiate per l’uso a livello industriale. Solo successivamente, sono state rielaborate persino per un uso domestico. Esse sono in grado di “sottrarre” il calore dalle fonti esterne, per ricondurlo all’interno di un immobile, riscaldandolo e generando acqua calda.

L’unica energia utilizzata per garantire il funzionamento di questi apparecchi è quella elettrica, necessaria per azionare il sistema. Le fonti fossili non sono necessarie, in quanto vengono impiegate le fonti geotermiche del calore.

Esistono 4 tipologie ben distinte di pompe di calore, che si differenziano per una diversa installazione e sistema di riscaldamento:

  • Aria-aria,
  • Aria-Acqua,
  • Acqua-Acqua,
  • Terra-Acqua.

Quest’ultima è ritenuta essere la più efficace, ma anche quella con l’installazione più onerosa.

A chi sono consigliate le pompe di calore e quali sono i vantaggi che offrono

Le pompe di calore fanno al caso vostro se avete la necessità di riscaldare ambienti piccoli o medio/grandi, ininterrottamente e/o per molte ore durante il giorno.

Il principale vantaggio offerto da questi apparecchi si concretizza nel fatto che un unico sistema sia in grado di generare il calore per i mesi invernali, rinfrescare gli ambienti in occasione delle afose giornate estive e riscaldare l’acqua per il bagno e la cucina di casa vostra. Rispetto a un condizionatore inverter, che garantisce due delle tre funzioni appena elencate, ad esempio, le pompe di calore riscaldano meglio e consumano meno.

Non bisogna sottovalutare inoltre l’aspetto ecologico: con questi dispositivi, non dovrete utilizzare alcun tipo di combustibile fossile – come il metano e il gasolio – e il vostro impianto non emetterà anidride carbonica.

Un ulteriore vantaggio è potenzialmente rappresentato dalla nuova tariffa energetica D1 a consumo fisso, che comporta un interessante risparmio sui costi dell’energia elettrica. Se la vostra casa fosse già dotata dei pannelli solari per la produzione di energia, potreste persino ottenere ulteriori benefici dall’impiego delle pompe di calore.

Pompe di calore: risparmio e qualità

Scegliendo questa soluzione, sia per il riscaldamento che per la produzione di acqua calda, potrete contare su uno strumento estremamente silenzioso. Tuttavia, non bisogna dimenticare che, per ottenere i migliori risultati, è sempre necessario puntare sui migliori prodotti.

Proprio per questi motivi, noi di Climanet ci impegniamo a scegliere le pompe di calore più qualitative, ma anche tanti altri apparecchi che potranno aiutarvi a riscaldare la vostra casa e, contemporaneamente, a risparmiare. Detto questo, non esitate a contattarci: per qualunque dubbio potremo aiutarvi a scegliere la soluzione migliore per voi, e per la vostra casa.

post image

È tempo di sostituire la caldaia?

Molte abitazioni, soprattutto quelle che hanno qualche decennio e che non sono state sottoposte a importanti ristrutturazioni, possiedono un sistema di riscaldamento datato che probabilmente necessita della sostituzione della caldaia.

Infatti, come capita con molti degli impianti che prevedono un utilizzo molto frequente, anche la caldaia comincia a mostrare segni di usura o semplicemente a “invecchiare”. Andiamo ad analizzare nel dettaglio tutte le informazioni che dovreste conoscere.

Quando sostituire la caldaia e perché è importante farlo

Arriva un momento, dopo 10-15 anni circa, in cui è doveroso mandare in “pensione” la vecchia caldaia e installarne una nuova. Una caldaia nuova può portare molti benefici, come ad esempio un migliore funzionamento dell’impianto e il conseguente aumento del risparmio energetico ed economico. D’altra parte, non mancherà di certo un incremento del comfort percepito da coloro che usufruiscono dell’apparecchio. Molti italiani, però, possiedono ancora una vecchia caldaia e non hanno intenzione di cambiarla.

Intendiamoci: cambiare la caldaia non è obbligatorio, ma dopo un certo periodo di anni l’impianto può incorrere in alcune problematiche o funzionare con difficoltà. Poiché la caldaia svolge una funzione molto importante all’interno di esso, è fondamentale che risulti perfettamente funzionante.

Tra l’altro, come dicevamo poco fa, una corretta produzione del calore e di acqua calda comporta un notevole risparmio energetico. Di conseguenza si abbassano i costi e le spese di gestione e alimentazione della caldaia. In pratica, quando si sceglie di sostituire la caldaia e di avvalersi di un apparecchio nuovo accompagnato da un impianto che funziona come si deve, accade proprio questo: le bollette si abbassano, il riscaldamento risulta più efficiente e si riducono le spese relative a riparazioni o controlli.

Il funzionamento non è però l’unico aspetto da considerare

Una caldaia che funziona è anche un apparecchio che rispetta l’ambiente, grazie alla riduzione delle emissioni inquinanti. Inoltre, non bisogna dimenticare che assicurare all’edificio un ottimo impianto di riscaldamento fa sì che i suoi standard di sicurezza aumentino. In più, in caso di vendita, lo stabile potrà essere valutato ottimamente.

In conclusione, la caldaia va sostituita dopo una decina o quindicina di anni, quando mostra segni di usura o malfunzionamento, e quando le bollette sono caratterizzate da improvvisi aumenti. Chiaramente, si può provare prima ad aggiustarla, ma quando gli interventi di controllo e riparazione dell’impianto cominciano a diventare troppi, la scelta giusta è sicuramente la sostituzione.

A questo proposito, è utile considerare che le caldaie a condensazione sono considerate più efficienti e meno inquinanti rispetto alle caldaie di vecchia generazione. Si tratta di ottimi sistemi in grado di garantirvi risparmi anche del 30% sulla bolletta del riscaldamento. In alternativa, se notate che la vostra caldaia può ancora dare molto, potete provare a richiedere a un tecnico l’installazione di un’apposita pompa di calore, che aggiungerà un ulteriore punto di forza all’apparecchio in vostro possesso. Anche in questo caso, i risparmi si riveleranno notevoli!

post image

Caldaia: i consigli per sceglierla e usarla

Quando arriva il periodo più freddo dell’anno, bisogna trovare il modo per proteggere noi stessi e la nostra casa dai cambiamenti climatici. Una caldaia può sicuramente aiutarci, proprio grazie alla sua capacità di riscaldare ogni ambiente.

Quando si tratta di un primo acquisto o di una sostituzione, dobbiamo però considerare molti dettagli e scegliere un prodotto in grado di garantire prestazioni eccellenti e un elevato comfort, senza lasciare in secondo piano l’abbattimento di costi e consumi. Ma quali fattori dobbiamo valutare al momento dell’acquisto? E, in seguito, come dovremo utilizzare e gestire un apparecchio di questo genere, al fine di promuoverne la longevità e l’efficienza? Iniziamo dal principio.

Come possiamo scegliere al meglio una caldaia?

Sicuramente, non sono pochi gli elementi da tenere d’occhio quando si decide di acquistare una caldaia. Tuttavia, ce ne sono alcuni che non possono proprio essere tralasciati. Prima di tutto, sarà necessario considerare l’abitazione o l’immobile in cui andrà installata. Verificate la struttura, le dimensioni e la posizione nella quale è situato l’edificio, oltre al punto in cui intendete installare il dispositivo. Inoltre, considerate la composizione e lo stile di vita del gruppo di persone che dovranno usufruire della caldaia.

Ad esempio, un nucleo familiare formato da cinque persone ha chiaramente delle esigenze ben diverse rispetto a una coppia. Pertanto, bisognerà considerare la capacità e/o le funzionalità dell’apparecchio, in particolare per quanto riguarda la produzione di acqua calda sanitaria. Analizzando ogni caratteristica ed esigenza, si potrà fare la scelta migliore e trovare un prodotto che non farà sprecare energia inutile, né tantomeno spendere cifre eccessive.

Al giorno d’oggi, esistono caldaie moderne, funzionali e adatte a qualunque tipologia di installazione e contesto. Tra l’altro, alcune sono state studiate per garantire contemporaneamente un notevole risparmio ed elevate performance. Sul nostro store troverete numerosi modelli di caldaie e anche quelle a condensazione. Se avete uno scaldabagno funzionale e necessitate solamente del riscaldamento, potrete affidarvi a un apparecchio leggermente diverso e un po’ meno potente rispetto alle caldaie tradizionali.

In ogni caso, però, prima di effettuare l’installazione, sarà doveroso verificare le necessità dell’apparecchio da un punto di vista dell’alimentazione. Potrete poi inoltre stabilire se appenderla a una parete o ancorarla al pavimento, in base alle vostre esigenze in termini di spazio e comodità, e optare per il prodotto più adatto.

Il mercato offre tante soluzioni: caldaie murali, per uso interno o esterno, per installazione a terra, a camera aperta, con microaccumulo e funzione preriscaldo, solo riscaldamento, etc.

Come utilizzare al meglio una caldaia e come gestirne la manutenzione in modo corretto?

Una volta acquistato il prodotto ideale, sarà necessario “trattarlo” come si deve. Per mantenere la vostra caldaia sempre al massimo dell’efficienza, dovrete sottoporla ad una manutenzione periodica. Dovrete lavorarci almeno una volta all’anno, garantendole la piena sostenibilità ambientale in tutte le condizioni.

Fate in modo che il dispositivo produca sempre tutta la quantità di calore necessaria, senza però sprecare energia. Inoltre, vi suggeriamo di effettuare con una certa frequenza la prova di combustione, grazie alla quale potete verificare l’efficacia del sistema di scarico fumi ed evitare che questi ultimi tornino a circolare all’interno dei vostri ambienti. Affidarsi a un professionista sarà di certo la scelta più giusta!