Tag : inverno

post image

Il condizionatore durante l’inverno

A cosa serve un condizionatore durante l’inverno? Questa è una domanda che si pongono in molti, ma oggi
andremo a sfatare il mito che ci racconta che i condizionatori si possono utilizzare esclusivamente in estate!

Partiamo dalla verità…

Molte persone pensano che l’uso del condizionatore sia strettamente legato all’insorgere della stagione estiva. Il condizionatore, invece, può essere molto utile anche quando il clima è più rigido e in special modo quando si vuole ottimizzare il paradigma minor consumo-massima prestazione.

Esso, infatti, tramite la funzione di pompa di calore, rappresenta un’ottima alternativa al riscaldamento a gas e alle stufe elettriche: quando si presenta la necessità di riscaldare un ambiente circoscritto, l’uso del condizionatore è spesso preferibile alle scelte più comuni.

Come funziona il riscaldamento tramite condizionatore?

Dopo la nostra premessa, andiamo a scoprire perché in alcuni casi è preferibile usare il condizionatore al posto delle fonti di calore più tradizionali.

I condizionatori di oggi sono dotati della moderna tecnologia inverter. Grazie a quest’ultima, la modulazione del riscaldamento è continua, diversamente dai vecchi modelli per cui la modalità d’uso prevista era discontinua, di ripartenza e disattivazione del compressore.

Grazie all’inverter, il consumo medio di un condizionatore è drasticamente diminuito, con un valore di potenza d’uscita del circuito che va dai 300 ai 600 W circa, e con un conseguente aumento di vita media del prodotto. Allo stesso tempo, l’uso del condizionatore è diventato persino notevolmente più silenzioso.

L’unica avvertenza è ora legata alla minuziosa manutenzione dei nuovi dispositivi: non dimenticate che ogni apparecchio elettrico ed elettronico va sempre ben manutenuto, in particolare quando si parla di dispositivi che migliorano la qualità della nostra vita in casa. Quindi, ricordate di pulire periodicamente i filtri, evitando l’uso di sostanze che possano danneggiare l’eventuale circuiteria scoperta.

Vantaggi e svantaggi dell’uso del condizionatore in inverno

Quando è preferibile usare i condizionatori? E quando è invece necessario evitarne l’utilizzo? Nonostante l’uso del condizionatore possa sostituire le classiche unità di riscaldamento, non è sempre consigliabile farlo.

Nel pieno dell’inverno e soprattutto nelle zone dove le temperature si abbassano di molto, non è consigliabile utilizzare il condizionatore a pompa di calore come fonte principale per il riscaldamento casalingo. Infatti, creandosi uno sbalzo di temperatura molto alto tra interno ed esterno, si potrebbe formare del ghiaccio, che potrebbe minarne la funzionalità e l’efficienza.

Non dovete però pensare che un dispositivo installato in tali zone rimarrebbe allora inutilizzabile per intere stagioni! Grazie alla sua versatilità, potrete far uso di un condizionatore in alcuni periodi dell’anno anche solo per la sua abilità di deumidificare gli ambienti. L’attività di ridurre la percentuale di umidità nell’aria potrebbe essere già sufficiente per alcuni climi più miti o d’aiuto nelle interminabili settimane di pioggia autunnale.

Sul nostro store troverete numerosi prodotti adatti alle vostre esigenze… dai condizionatori alle pompe di calore, dalle stufe alle caldaie. Insomma, certamente potrete usare i condizionatori in inverno, ma avrete anche l’imbarazzo della scelta e di sicuro non resterete al gelo!

post image

La pulizia dei termosifoni? Prima dell’inverno!

Così come prima dell’estate è opportuno controllare i condizionatori, prima dell’inverno abbiamo bisogno di eseguire alcune operazioni, che riguardano la pulizia dei termosifoni e non solo. Ci sono alcuni accorgimenti da seguire, che consentono di preparare l’impianto di riscaldamento alla stagione invernale, e anche altri consigli da non sottovalutare, utili per preparare l’ambiente al periodo più freddo dell’anno e per evitare danni, malfunzionamenti e imprevisti di vario genere. Di certo, siamo un po’ in anticipo, ma siccome prevenire è meglio che curare… sapere in tempo cosa fare è decisamente una buona idea!

L’arrivo della stagione fredda e le accortezze da tenere in considerazione

Sicuramente, pensando all’inverno, vengono subito in mente tisane e cioccolate calde, ma anche il clima confortevole all’interno degli ambienti, quando fuori fa freddo, è una delle condizioni a cui pensare per poter superare la stagione senza alcun problema. È ovvio: bisogna assicurarsi che l’impianto di riscaldamento funzioni correttamente. Pertanto, non possiamo sottovalutare la manutenzione e i controlli del caso, avvalendoci del supporto di un professionista e persino eseguendo alcune operazioni in completa autonomia.

A questo proposito, è utile considerare la pulizia dei termosifoni. I caloriferi vanno sempre ripuliti dalla polvere, durante tutto l’anno. Infatti, gli accumuli di sporco possono impedire al calore di distribuirsi in maniera uniforme nell’ambiente. Inoltre, quando i termosifoni vengono accesi, lo sporco e la polvere presenti su di essi possono disperdersi nelle stanze, riducendo notevolmente la qualità dell’aria che respiriamo. Perciò, se avete trascurato la pulizia dei termosifoni nell’ultimo periodo, sappiate che è tempo di rimediare: potrete ripulirli prima della loro accensione, aiutandovi con un semplice panno umido e grazie allo scovolino che usate abitudinariamente per spolverare.

In seguito, potrete provvedere al conseguimento di un’altra operazione: spurgare i termosifoni. Questo andrebbe fatto ogni anno, prima di accendere il riscaldamento. Si tratta di un metodo semplice per far uscire l’aria rimasta all’interno del calorifero, che potrebbe impedire allo stesso di funzionare come si deve. In questo caso, basterà aprire la valvola dello sfiatatoio, mettendo un contenitore direttamente sotto di essa. Sarà opportuno aspettare che l’aria esca e, quando inizierà a fuoriuscire l’acqua, si dovranno attendere ancora pochi secondi. Dopodiché, l’operazione di pulizia dei termosifoni potrà dirsi conclusa e si potrà quindi richiudere la valvola.

manutenzione e pulizia termosifoni

Altri accorgimenti da tenere in considerazione: oltre alla pulizia dei termosifoni, c’è di più!

Dopo aver pensato ai caloriferi, è utile pensare alla caldaia: è stata eseguita la manutenzione annuale? Se non è stata fatta, assicuratevi che venga portata a termine prima della messa in funzione del riscaldamento. È una questione di sicurezza ed efficienza, ma anche di risparmio energetico: infatti, è stato appurato che una caldaia che non funziona come dovrebbe, potrebbe contribuire a un aumento delle spese energetiche di circa il 20%. In alcuni casi, sarà opportuno avvalersi di un modello nuovo. Sul nostro store potrete trovare moltissime caldaie di qualità. Per alcune sostituzioni, sarà inoltre possibile contare su interessanti detrazioni.

Oltre a questo, vi suggeriamo di controllare il vostro termostato. Se necessario, cambiatelo e prendetene uno dei più innovativi: sono più “intelligenti” e consentono di controllare meglio la temperatura e di programmare il funzionamento del riscaldamento, aiutandovi a risparmiare non poco sulla bolletta. Dopo aver pensato alla pulizia dei termosifoni e al controllo del riscaldamento, analizzate le finestre. Come ben sapete, gli spifferi sono nemici del comfort abitativo e persino del risparmio energetico. I nuovi infissi, invece, soprattutto quelli a taglio termico, sono dei perfetti termoisolanti e permettono di avvalersi di notevoli detrazioni.  Con la pulizia dei termosifoni e seguendo i nostri consigli, il vostro inverno sarà certamente più confortevole e meno dispendioso!